Ztl a Palermo, Figuccia: va bocciata col referendum cittadino

figucia-ztl

“Sull’istituzione della Ztl a Palermo è mancato un passaggio fondamentale, quale può essere ancora il referendum cittadino.
Apprendo che il sindaco Leoluca Orlando sta denunciando i facinorosi che la scorsa settimana si sono introdotti nel corteo No Ztl provocando danni alla segnaletica ed agli arredi urbani, ma non vorrei che questa iniziativa del prima cittadino serva pure a dimenticare che i palermitani hanno manifestato liberamente contro quella che definiscono una tassa surrettizia ed una misura che mette a rischio migliaia di attività commerciali del centro storico”. Lo afferma Vincenzo Figuccia, vice capogruppo di Forza Italia all’Assemblea regionale siciliana. Figuccia aggiunge: “Ribadisco, davanti ad Orlando che ha sempre fatto orecchie da mercante, che sia necessaria una consultazione popolare referendaria sul mantenimento della Ztl. Solo così il sindaco si renderebbe conto che la decisione della sua Giunta non è accettata dal popolo. E’ del tutto evidente che al Ztl sia stata creata a danno di commercianti e cittadini fin troppo tartassati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.