Vinciullo: ok alla fermata dei treni all’aeroporto di Fontanarossa

vinciullo

Una fermata “light”, veloce, nei pressi dell’aeroporto di Fontanarossa. Lo hanno annunciato Rfi e Trenitalia, confermando la volontà di reperire 5 milioni di euro necessari alla realizzazione di una fermata ferroviaria light, cioè leggera, in attesa di realizzare il grande snodo che deve coinvolgere anche la ferrovia Circumetnea.
L’argomento è stato discusso in commissione Bilancio all’Ars che ha espresso un parere sulle risorse da destinare a Rfi e a Trenitalia, i cui vertici sono stati convocati ieri assieme a quelli della Sac. Lo comunica Vincenzo Vinciullo, presidente della commissione.

Obiettivo dell’incontro era quello di verificare tempi e modalità attraverso i quali Rfi intende stanziare le risorse per realizzare alcuni progetti. “In particolare – ha spiegato Vinciullo – si è posta l’attenzione sull’interramento della tratta Siracusa – Catania nei pressi dell’Aeroporto di Catania e, successivamente, si è affrontato il tema relativo alla fermata ferroviaria nei pressi di Fontanarossa. È chiaro che per realizzare questi lavori occorrono almeno 2 anni e, nello stesso tempo, la Sac si è impegnata a recuperare 700 milioni di euro dal proprio bilancio per realizzare, all’interno del demanio militare e di alcune proprie proprietà, una strada di collegamento con la fermata provvisoria della stazione, oltre ad acquistare dei bus navetta in modo da collegare l’aeroporto alla fermata ferroviaria”.
Quindi Vinciullo ha spiegato che questa fermata verrà a svolgere un ruolo strategico non solo per la provincia di Siracusa ma per tutta la Sicilia, in quanto intercetterà i treni sia dalla direttrice Palermo – Catania quanto dalla Siracusa – Catania – Messina”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.