Sul 118 è ancora scontro, Giuffrida: l’assessorato all’Economia sbaglia, la Seus non può tagliare i costi dell’emergenza

Ambulanza118

“E’ appena terminata l’audizione dell’Assessore al Bilancio, Alessandro Baccei, sugli intendimenti del Governo circa il rinnovo della convenzione con la Seus, societa’ strategica nel settore dell’ emergenza/ urgenza e se quest’ultima corra il rischio di essere ceduta a privati.

“Ho appreso, con soddisfazione, afferma Giuffrida –  che la Regione Siciliana non intende uscire dall’importante società. Le lungaggini registrate nel rinnovo della convenzione sono dovute al rispetto dell’art.192 del codice degli appalti, che prevede che i servizi vengano erogati a prezzi sostenibili. La richiesta di chiarimenti in ordine alla sostenibilita’ dei costi fatta dall’Assessorato alla Salute alla Presidenza della Seus – spiega il vicepresidente di Sicilia democratica – , come si è potuto evincere  dalle dichiarazioni del Ragioniere generale, Sammartano, è stata formula alla Seus così come alle altre societa’ partecipate della Regione. Non ritengo corretto, invece, – sottolinea il parlamentare –  il comportamento dell’Assessorato al Bilancio , in ordine alla richiesta di chiarimenti alla Seus per l’affidamento in house del servizio, facendolo solo dipendere dai valori di mercato, per due ordini di motivi:1) La Seus e’ una societa’ che opera nel settore dell’emergenza/urgenza a tutela della salute di noi cittadini siciliani 2) Il dirigente della Seus, Gaetano Montalbano ha spiegato in modo chiaro e con il conforto della normativa di riferimento, che la Seus, proprio per la sua natura giuridica e per il settore in cui opera, non puó essere sottoposta alle leggi di mercato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.