Poltrona a rischio per Dina, i pm: “E’ pericoloso, per lui l’obbligo di dimora”

dina

La Procura di Palermo ha chiesto l’applicazione della sorveglianza speciale per il deputato Nino Dina e l’obbligo di soggiorno ritenendolo “socialmente pericoloso” per i suoi presunti rapporti coi boss. Una richiesta, quella dei pm, che fa leva sulle inchieste che hanno coinvolto Dina che comunque ne è sempre uscito pulito. Come racconta Repubblica oggi in edicola, se venisse applicata questa misura, l’ex parlamentare dell’Udc, ora iscritto al Gruppo misto, non potrebbe continuare ad esercitare il suo mandato. L’udienza camerale in cui verrà discussa la richiesta dei pm è già stata fissata per il prossimo 20 dicembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.