Passante ferroviario: Pistorio:” Si garantisca futuro operai, Regione pronta a costituirsi in giudizio”

pistorio

La prosecuzione dei lavori del passante ferroviario di Palermo e il rispetto dei tempi contrattuali per l’attivazione del servizio ferroviario per l’aeroporto di Punta Raisi sono stati al centro di un incontro che si è svolto questo pomeriggio tra l’assessore regionale delle Infrastrutture,Giovanni Pistorio, e i rappresentanti della direzione investimenti di Rfi , Roberto Pagone e Filippo Palazzo.

“Pur trattandosi di tensioni contrattuali tra Rfi e la Sis, alle quali la Regione è estranea in quanto soltanto ente finanziatore che ha già erogato le somme di propria spettanza- ha affermato Pistorio- questo contenzioso ha comunque elementi preoccupanti per l’interesse pubblico che ci impongono di intervenire”.

L’assessore delle Infrastrutture ha espresso apprezzamento per la volontà di Rfi di coinvolgere nella vertenza l’Anac nella sua funzione di regolazione dei contratti pubblici e di precontenzioso. “Non si comprenderebbe- ha aggiunto- l’indisponibilità del contraente privato ad accettare il coinvolgimento dell’Autorithy nazionale. In tal senso, ove si evidenziassero inadempimenti contrattuali o iniziative meramente strumentali finalizzate al perseguimento di interessi speculativi, ed Rfi attivasse la procedura di rescissione in danno, l’assessore regionale delle Infrastrutture proporrà alla Giunta di governo la costituzione in giudizio dell’amministrazione regionale per tutelare il legittimo interesse pubblico. Infine, ritenendo assolutamente prioritaria la tutela delle maestranze- ha concluso l’assessore- abbiamo condiviso con Rfi che, nel caso in cui l’esito della vicenda risulti traumatico, andranno attivate tutte le forme di garanzia dei lavoratori sia attraverso l’utilizzazione della cassa integrazione sia mediante la clausola di salvaguardia, nell’ipotesi in cui si dovesse procedere con un nuovo affidamento contrattuale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.