I DATI. POVERO SARO CROCETTA. PURE I SUOI LO SMENTISCONO. RICORDATE IL MESSAGGIO DI AUGURI DEL PRESIDENTE? NON ERA VERO NULLA



di Roberto Puglisi

“Sicilia terra mia, zumparappappa”. Partì l’inno. E dopo l’inno – ricorderete – il sinistro messaggio augurale di Rosario Crocetta, presidente per nostra disgrazia.
E che messaggio! Una prolusione morale di ‘issimi’, una pioggia benedetta. In Sicilia siamo? Le cose male vanno? Ma quando mai – gorgheggiava Saro nel suo discorso di Capodanno – l’economia in ripresa, il Pil che si libra in volo, i precari assunti, tutto un Eldorado di risultati magnifici.

E noi che non c’eravamo accorti, che, ignominiosamente, avevamo scambiato lo statista gelese per il capocomico politico di una compagnia di giro che aveva devastato il devastabile, senza neanche strappare un sorriso. Roba da chiedere scusa a mani giunte e in ginocchio sulle pale di ficodindia. Poi, toh, sono proprio gli uffici della Regione a smentire il presidente della Regione…

Il “Notiziario di statistiche regionali”, pubblicato due settimane fa, dice altro e manda di traverso le bollicine dello champagne. Dice, per esempio, che, nell’anno appena trascorso, l’economia isolana è stata più lenta della non incredibile media nazionale; infatti la disoccupazione è pure aumentata, dopo il brodino caldo del 2015.

“Le stime – si legge nero su bianco – segnano dei rallentamenti di crescita per tutti i settori”. E la cronaca da libro degli orrori continua: non c’è un solo motivo di sollievo, a parte il noto turismo, che dia modo di respirare. La Trinacria era in fondo alla classifica e lì la ritroviamo, con buona pace dei gorgheggi presidenziali. Una risaputa desolazione.

Dove si dimostra che Saruzzo manco sa di cosa parla, quando indossa le vesti di governatore. Presto, comunque, le svestirà e poi verrà salvato dagli stessi che lo detestano e che gli troveranno un posticino lontano da qui, pur di non averlo tra i piedi nella prossima campagna elettorale.

Noi l’avevamo detto, però, e potremmo forse rivendicarlo. L’avevamo detto che Saro, il suo inaffidabile Pd e tutta la corte di cerchi e cerchietti magici era una cosa da rabbrividire. Tuttavia, l’avere avuto ragione non ci offre alcun motivo di conforto. Anzi, profondamente ci addolora.


03 Gennaio 2017
http://livesicilia.it/2017/01/03/povero-saro-crocetta-pure-i-suoi-lo-smentiscono_814288/



Notizie correlate:






Source: Blog Forestali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.