Elezioni regionali, a Palermo la “festa delle idee” a sostegno di Musumeci

logo-festa-delle-idee

Sabato 29 ottobre da Palermo partirà la Festa delle idee di #DiventeràBellissima. Appuntamento dalle ore 16 ai Cantieri culturali della Zisa (Padiglione De Seta), interverrà anche il presidente Nello Musumeci.

A un anno dalle prossime elezioni regionali, piuttosto che parlare di candidati, con NelloMusumeci vogliamo innanzitutto raccogliere le idee migliori dei siciliani per rigenerare la Sicilia”, annuncia la portavoce del movimento civico Giusi Savarino, sottolineando che “mentre Crocetta e i suoi compagni di merende litigano per spartirsi le poltrone, noi parleremo di programmi e contenuti, noi parleremo di quali risposte dare ai tanti bisogni dei siciliani che questo governo fallimentare ha portato sul lastrico. Daremo vita ad un processo di ascolto dei tanti siciliani a cui finora non è stata data voce”.

Aggiunge Giusi Savarino: “Stiamo lavorando alacremente con Ruggero Razza e Alessandro Aricò della cabina di regia e con molti amici coinvolti dietro le quinte, riscontriamo grande passione ed entusiasmo, abbiamo già ricevuto tantissime richieste da parte di chi vuole intervenire per dare un contributo. Le migliori idee, quelle che avranno raccolto più consensi, entreranno nel nostro programma e manterranno il copyright di chi l’ha avuta, per cui l’idea del Sig. Tale dei Tali di un qualunque paese della Sicilia, resterà legata a quel nome finché lui non sarà con noi in conferenza stampa quando saremo noi a governare e quella idea sarà disegno di legge, e poi legge del nostro ordinamento, dall’idea all’azione di governo. Questo è quello che noi intendiamo per democrazia partecipata”.

Per la Festa delle idee di Palermo è stata anche creata l’App di Diventerà Bellissima (scaricabile per dispositivi Android ed Apple) per interagire con più facilità con i simpatizzanti del movimento. All’evento è prevista pure la presenza dei leader regionali dei partiti all’opposizione del governo Crocetta e di importanti personalità del mondo accademico siciliano e delle professioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.